Altri progetti

postato in: 1 Musikerin (it) | 0

ALTRI  PROGETTI

Imorovising in Harare with the singer Dudu Manenga

Un profondo desiderio di conoscenza spinge Francesca Canali a voler continuamente allargare i propri orizzonti musicali, culturali, artistici e umani, dedicandosi a progetti artistici ed educativi in cui le sue qualità di performer, pedagoga e ricercatrice si fondono in un tutt’uno.  

La Musica è per lei innanzitutto una forma di comunicazione universale basata sulla condivisione di tutti quei sentimenti, inquietudini, domande ed emozioni che come esseri umani ci accomunano e tutti conosciamo: una lingua ‘speciale’ grazie alla quale è possibile creare ‘ponti’  di comunicazione con persone diversissime tra loro, trascendendo i normali ‘confini’ linguistici e culturali individuali.

Music-theatre project for children’s

Proprio per questo, Francesca è convinta che la musica classica debba aprirsi e uscire dal ‘ghetto elitario’  in cui è spesso confinata nella cultura e nella società occidentale per condividere con una più ampia umanità l’enorme patrimonio di bellezza e sensibilità di cui è depositaria!

Comfenalco Youth Orchestra, Columbia

Parallelamente alla ‘normale’ attività concertistica, Francesca Canali ha dunque realizzato progetti di teatro-musicale, iniziazione e educazione alla musica per bambini, e numerosi altri progetti educativi e artistici, suonando e insegnando anche in zone marginali e socialmente svantaggiate.

Playing for a school near Harare, Simbabwe

Il suo profondo interesse per gli aspetti sociali collegati alla musica e all’educazione musicale l’ha portata a lunghe tournée anche di vari mesi in Africa (Sudafrica, Mozambico, Zimbabwe, Ghana), Centro e Sud America (Colombia, Cuba e Venezuela), dove, oltre ai recital solistici, ha tenuto lezioni e masterclass nelle università musicali locali ed ha insegnato nell’ambito di vari progetti educativi, collaborando, tra l’altro, con istituzioni locali quali il venezuelano El Sistema, le colombiane Fundaciòn Batuta, Comfenalco e Filármonica Joven de Colombia, e le sudafricane Unisa, Miagi e Keiskamma Music Academy.

Concert in a schools in Johannesburg, South Africa

La musica le ha permesso di visitare luoghi unici e insoliti, sconosciuti alla normale ‘routine concertistica’ e ancor più al turismo, e soprattutto di entrare autenticamente in contatto con le persone che ci vivono, coinvolgendosi personalmente ed immergendosi in altre realtà umane, musicali, culturali-artistiche e sociali.


Nel 2020 il suo LULLABY PROJECT in collaborazione con El Sistema Greece (https://www.elsistema.gr)  ha vinto il premio AIRstip della cittá di Salisburgo ed è stato scelto come progetto da sostenere all’estero.

Il Lullaby Project è un progetto di collaborazione tra El Sistema Greece e altre istituzioni artistiche e culturali locali e internazionali come il Centro Culturale della Fondazione Stavros Niarchos (https://www.snfcc.org/en) ed il Conservatorio Nazionale di Musica ad Atene e il Carnegie Hall’s Weill Music Institute di New York.

Francesca Canali sarà artist in residence del El Sistema Grecia e parteciperà al progetto sia in veste di pedagoga che di musicista-performer.

Durante il suo soggiorno ad Atene, sono previste diverse attività artistiche e pedagogiche: Concerti come solista con la Orchestra del El Sistema Greece (ESGYO), corsi di formazione per insegnanti, masterclass per studenti del Conservatorio Nazionale di Atene e Corinto, così come diverse attività musicali per/con i bambini e giovani musicisti di alcuni campi profughi intorno ad Atene.

Questi i principali propositi del progetto: Envisioning music as a means towards social inclusion and cohesion, the project supports maternal health and child development, strengthening bonds between parents and children through/thanks to music. The Lullaby Project pairs pregnant women and new mothers with professional artists, composers and musicians, to write, sing/play and perform personal lullabies for their babies. Composers and Musicians meet with women in advanced pregnancy; the Lullabies, fruits of this unique encounter will be performed in a concert in the Stavros Niarchos Foundation Cultural Center in Athen, proving that music is the most powerful means of expression.”


A causa della pandemia Covid19 non è stato possibile nel 2020 realizzare il progetto. Condizioni sanitarie permettendo, il progetto verrà realizzato nel 2022.


First performance of a piece for flute-orchestra especially written by austrian composer Balduin Sulzer