Filosofia

postato in: 2 Paedagogin (it) | 0

FILOSOFIA

“Educare non significa riempire un contenitore vuoto ma piuttosto accendere un fuoco” Eraclito

 

L’insegnamento è per Francesca Canali una autentica passione che nasce dalla gioia di condividere con i suoi alunni e studenti il proprio amore per la musica ed il suo bagaglio di conoscenze e soprattutto dal desiderio di accendere in loro l’entusiasmo e la passione per la musica, la sensibilità musicale e la curiosità intellettuale ed artistica!
Le sue esperienze artistiche e pedagogiche unite alle conoscenze interdisciplinari acquisite negli ambiti dei suoi studi, le hanno permesso di sviluppare grande flessibilità, empatia, metodo ed una profonda consapevolezza e competenza rispetto a tutti gli aspetti non solo tecnici ed interpretativi, ma anche inerenti alla corporeità ed agli aspetti emozionali e mentali connessi allo sviluppo della personalità artistica ed alla performance musicale.


EDUCARE A,  CON,  ATTRAVERSO LA MUSICA

„La mente non si apre se prima non si è aperto il cuore“ Umberto Galimberti

Come la parola stessa etimologicamente indica, educare deriva dal latino ex-ducere ovvero trarre fuori, portare alla luce. Educare alla musica e concretamente al fare musica, a qualsiasi livello sia, vuol dire innanzitutto attivare, motivare per poi lasciar emergere, accompagnare, allargare i limiti del possibile di ogni allievo ed espandere, in un processo maieutico a due, il suo sentire in sintonia con le sue capacità tecniche e musicali-artistiche, personalità, conoscenze e potenzialità.

Ecco perché nell’apprendimento musicale, fin dall’inizio della formazione, come anche poi a livello più avanzato, ciò che si apprende (tecnica, stile, estetica ed espressività musicale, repertorio) è strettamente connesso al come lo si apprende.
L’aspetto più strettamente artistico non può né deve essere dunque separato da quello pedagogico ed in questo senso l’insegnamento musicale è una vera e propria Arte: l’arte di ispirare, motivare, far emergere, coltivare e sviluppare la musicalità, sensibilità, talento ed artisticità insita in ogni persona.

Educare alla musica dunque in realtà è sempre anche un educare con ed attraverso la musica in un processo che coinvolge l’intera persona (sia l’insegnante che l’allievo) ed indirettamente influenza lo sviluppo dell’intera personalità dell’allievo.


TEACHING ARTIST & ARTISTRY OF TEACHING

„Teach as artfully as you perform. Art happens outside of what you already know. Artistic experience expands your sense of the way the world is or might be. A teaching artist is a practicing artist whose teaching is a part of that practice.“ Eric Booth[1]

Concerto dal Balcone – Piazza di S. Maria del Pi – Barcellona 2016

Fermamente convinta che l’arte e la musica siano patrimonio di ogni essere umano e che dunque in ognuno ci sia un potenziale artistico e la possibilità di accedere al mondo della musica, Francesca è un’insegnante che mette la stessa passione, creatività, sensibilità e competenza nel suonare e nell’insegnare.

I “semi” dell’arte vanno piantati fin dall’inizio della formazione musicale affinché la sensibilità musicale, la personalità e le potenzialità artistiche dell’allievo ,fioriscano’ nel tempo.

La pedagogia strumentale deve dunque essere artistica nel senso di saper motivare ed ispirare l’allievo attraverso un’esperienza positiva e gratificante del suono e del suonare.

Inoltre è necessario che l’insegnante sappia reagire creativamente alle diverse problematiche didattiche individuali per adattare ad ogni allievo le proprie metodologie, ampliando continuamente le proprie conoscenze e convinzioni.

In questo senso l’insegnamento musicale, a qualunque livello si tratti, al pari di ogni altra Arte richiede creatività, sensibilità, passione, senso critico, competenza e dedizione ed in questo senso l’ideale cui Francesca come insegnante s’ispira è quello della teaching artist nel doppio significato di artista-insegnante e di artista dell’insegnamento.


EMPOWERMENT

„La ricerca della felicità, come esperienza positiva di pienezza e di soddisfazione personale, è una se non la ragione principale che spinge e motiva gli esseri umani a dedicarsi alla musica“ Ulrich Mahlert [1]

 

Progetto educativo-musicale a Rioacha, Guajira – Colombia

La musica e l’educazione al ,far musica’ attraverso il suonare uno strumento, rappresenta per ogni persona molto più che la semplice acquisizione di abilità e competenze artistiche e tecniche, quanto una possibilità unica di sviluppo olistico della personalità, creatività e sensibilità individuali ed un privilegiato quanto complesso percorso di conoscenza e di crescita personale.

I progressi musicali sono infatti sempre frutto di un positivo sodalizio tra emozione e cognizione nel senso che la tecnica strumentale e le capacità artistiche-musicali di ognuno nascono e crescono armoniosamente in parallelo con lo sviluppo della personalità individuale ed attraverso le esperienze ed opportunità di crescita personale che la persona incontra sul suo cammino.
Apprendere a suonare uno strumento diventa dunque una possibilità di allargare il proprio personale campo del possibile ed un processo di costante arricchimento della personalità individuale.

Per questo l’insegnamento della musica agisce (può agire) anche come una sorta di empowerment personale e sociale sulle persone ed è in un certo senso un’arte ,speciale’: „The art of making other people powerful![2] (traduzione: l’arte di rendere altre persone capaci di).


OBIETTIVI

Francesca utilizza la sua capacità comunicativa ed empatica e naturalmente il suo bagaglio di esperienze e competenze, per tracciare percorsi e metodologie individuali adatte alle diverse personalità, finalità e problematiche di ogni allievo.

Suo obiettivo come docente è valorizzare e favorire lo sviluppo delle potenzialità individuali di ogni allievo e far emergere, tirar fuori la sua individuale artisticità, intesa come creatività, passione, consapevolezza e sensibilità musicale.

Oltre allo sviluppo delle competenze musicali, tecniche ed artistiche, è priorità dunque dell’insegnamento di Francesca Canali un’educazione integrale – artistica, personale e musicale – della persona e lo sviluppo di tutte quelle competenze personali, emozionali e sociali dell’allievo che concorrono poi a sviluppare una qualità comunicativa ed espressiva di fare musica.

Pertanto ha sviluppato una metodologia d’insegnamento che promuove ed incoraggia negli allievi l’autonomia, la sensibilità, la creatività, lo cooperazione, il pensiero critico e la riflessione personale, l’autostima ed un atteggiamento aperto e collegiale, in un cammino personale e progressivo di scoperta di sé e delle proprie potenzialità artistiche e musicali, di sviluppo del suono e delle personali capacità tecniche, musicali ed espressive.

Il suo insegnamento mira in dettaglio soprattutto all’acquisizione da parte degli studenti di: tecnica consapevole, stabile e sicura, ampia conoscenza della letteratura flautistica e dei differenti stili ed estetiche musicali, modo di suonare espressivo, sensibile e personale, creatività, presenza scenica, pensiero critico, sviluppo di una propria personalità artistica individuale.


Concerto dell’Orchestra Giovanile di Flauti – Austria

 


[1] Eric Booth: The Music Teaching Artist’s Bible. Becoming a Virtuoso Educator, Oxford University Press, New York 2009
[2] Ulrich Mahlert: Wege zum Musizieren, Schott, Mainz 2011
[3] Benjamin Zander:The art of possibility, Harvard Business Review Press, Boston 2000