Oltre la musica!

postato in: 3 Forscherin (it) | 0

OLTRE  LA  MUSICA!

  • Cosa è la musica “oltre la musica” stessa?
  • O meglio, che cosa significa e cosa rappresenta la musica e soprattutto il far musica per l’essere umano? Che effetti produce in lui?
  • Quali potenzialità individuali e processi personali, sociali e culturali che vanno anche “oltre la musica stessa” possono essere messi in moto?
  • Che ruolo ha il far musica nella vita di ogni persona che vi si dedica ed in particolare nella vita e nello sviluppo della personalità di un adolescente?
  • Cosa spinge le persone a dedicare tempo ed energie fisiche, emozionali e mentali per imparare uno strumento? Cosa rappresenta per loro suonare, anche indipendentemente dal loro più o meno spiccato talento musicale?
  • Quanto è importante per la motivazione personale la qualità della relazione che si instaura tra maestro/a e allievo/a e come il tipo di approccio didattico-pedagogico dell’insegnante influenza l’apprendimento ed i risultati raggiunti dall’allievo/a?
  • Cosa è il talento artistico e musicale? Come si manifesta e come individuarlo? Quali percorsi educativi e “strategie pedagogiche” ne favoriscono lo sviluppo?
  • Quali sono le competenze che “deve“ avere e che capacità “deve“ sviluppare il futuro musicista?  


Le risposte a queste e a molte altre simili domande possono essere molteplici, almeno tanto quanto molteplici e vari sono i caratteri e la sensibilità delle persone e le diverse realtà antropologiche, sociologiche e culturali in cui gli esseri umani vivono e fanno musica.

La musica può essere semplice gioia, energia, vitalità ma anche un mezzo unico e straordinario di espressione individuale, moto che parte dall’interiorità dell’essere umano, piacere estetico, identità culturale e sociale, imprescindibile bisogno personale, conforto, trascendenza, terapia, medicina.

Attraverso e grazie alle sue varie esperienze personali e pedagogiche, i lunghi soggiorni ed i numerosi progetti musicali anche in differenti culture e sistemi di educazione musicale come, tra le altre, le collaborazioni con il venezuelano El Sistema, Francesca Canali ha potuto sperimentare personalmente come fare musica rappresenti per l’essere umano una straordinaria possibilità che va ben oltre la musica stessa!

Queste esperienze hanno in un certo senso aperto “nuovi orizzonti” nel suo modo di rapportarsi all’insegnamento musicale a tutti i livelli (sia che i suoi alunni siano studenti universitari, giovani professionisti, ragazzi di una Musikschule, musicisti amatoriali) e l’hanno portata ad approfondire le sue conoscenze ed i suoi studi anche in ambiti indirettamente connessi con l’educazione e la performance musicale quali: neurofisiologia dei processi di apprendimento, creatività, sviluppo del potenziale umano, valorizzazione e sviluppo del talento individuale, metodi di consapevolezza ed espressione corporea.

Indipendentemente dal talento e dalla musicalità innata di ogni essere umano, il fare musica svolge un ruolo profondo nella vita di ogni persona che vi si dedichi e rappresenta una straordinaria possibilità di sviluppo della sua personalità e sensibilità individuale e di comunicazione e scambio interculturale e intergenerazionale.

Attualmente l’attenzione di Francesca Canali come docente e allo stesso tempo ricercatrice è focalizzata sul significato e sull’impatto che fare musica ha sia a livello individuale, come possibile “attivatore e mezzo” per la scoperta e la percezione di sé e dell’altro e per lo sviluppo della personalità e del proprio potenziale individuale, che a livello sociale e dunque sul ruolo della musica come importante mezzo di interazione sociale attraverso la quale promuovere, soprattutto nella fase di sviluppo adolescenziale, forme attive e costruttive di socialità e comunicazione.

Differenti sistemi educativi definiscono i percorsi formativi, le metodologie di apprendimento, gli obiettivi e le competenze necessarie da acquisire per i futuri musicisti. La musica è una meta cui lo studente talentoso e ambizioso tende con tutte le sue forze intellettuali, fisiche ed emozionali in un processo di crescita sempre perfettibile e contemporaneamente una “compagna di vita” ed uno straordinario mezzo di scoperta e di crescita personale a disposizione di chiunque voglia dedicarvisi.

Attualmente Francesca Canali sta lavorando ad un progetto di video-documentario insieme ai suoi allievi e studenti, che documenti e soprattutto renda visibili anche per i non-musicisti, i percorsi individuali di crescita musicale e personale con ed attraverso la musica, con i relativi successi, entusiasmi ed anche momenti di riflessione e difficoltà.

Project “Mit- und Voneinander lernen” – Austria